Si sa che per i figli si fa qualsiasi cosa.

Se in più all’amore viscerale per i piccoli abbinate la passione, il binomio è pressochè perfetto e nel mio caso questo binomio sfocia nel fare una torta decorata, stile Americano-Anglosassone per il compleanno di mio figlio. In Italia i Decorated Cakes, anche dette Torte Monumentali (anche se questo termine è più usato per quelle fatte per i matrimoni) stanno prendendo piede da poco, rubando spazio alle ormai Millefoglie o Saint-Honoré, che tuttavia meritano tutto il mio massimo rispetto culinario.

 Diego ha compiuto 4 anni il 24/10 ma visto che Gianlu era in Malesia per il penultimo  GP e  visto anche che il giorno del b’day era un lunedì abbiamo festeggiato in occasione del ponte dei morti… tutto calcolato :-) . Siccome la fissa di Diego in questo periodo sono i pirati, ho pensato di fare una bella torta a tema… perciò ecco qua ciò che ho combinato…

La base è una Torta al Cioccolato cotta in uno stampo quadrato da 30cm di lato.

INGREDIENTI
560gr di burro morbido
825gr di zucchero superfine
6 cucchaini di estratto di vaniglia
7 uova
190gr di farina auto-lievitante
560gr di farina 00 per dolci
3 cucchiaini di bicarbonato
160gr di cacao amaro in polvere
700ml di buttermilk (o se non lo trovate fate 1/2 yogurt bianco e 1/2 latte)

PROCEDIMENTO
Pre-riscaldate il forno a 180°C.
Imburrate lo stampo e ricopritelo di carta forno.
Con le fruste elettriche battete bene il burro morbido con lo zucchero e la vaniglia finchè il composto diventerà gonfio e cremoso, quindi aggiungete le uova uno alla volta, assicurandovi di aver mescolato bene dopo ogni aggiunta. Trasferite il composto in una ciotola capiente e, aiutandovi con un cucchiaio di legno e con movimenti abbastanza delicati, unite le farine/bicarbonato/cacao mixati, facendoli scendere da un setaccio ed alternandoli al buttermilk.
Mettete il composto nello stampo, livellatelo col dorso del cucchiaio e cuocete per circa 1 ora e 50 minuti (fate la prova stecchino NON PRIMA DI UN’ORA E MEZZA!).

Lasciate il dolce altri 10 minuti nello stampo prima di lasciarlo freddare su una gratella.

Il dolce va tagliato il giorno dopo (conservandolo, una volta freddato, ben chiuso in una busta di plastica per alimenti). Io l’ho bagnato con latte e Nesquik e farcito con una crema di mascarpone e latte condensato.

Prima di decorarlo con Glassa Celeste (by Decora) l’ho rivestito di confettura di fragole (perchè non avevo quella di albicocche). Ecco qua il dolce prima e dopo la “vestizione”.

La nave è un semplice pan di spagna bagnato con latte e Nesquik, modellato in più “piani” tenuti assieme con crema al burro. Il rivestimento marrone è glassa colorata a cui ho aggiunto decorazioni di marzapane e pasta da zucchero. I paletti delle balaustre sono mikado mentre i cannoni sono cialde Caprice al cioccolato. La vela è in cartoncino e il cordame non è altro che rete da cucina (quella che si usa per la carne!).

L’isola è fatta con molliche di pan di spagna e zucchero di canna, incollate sulla torta con buttercrem (crema al burro), così come sono di buttercream colorata di azzurro le onde. Le palme hanno il fusto di glassa marrone e le foglie in cartoncino colorato.

il risultato finale

La cosa più impegnativa, chiaramente, è fare le decorazioni colorando con coloranti in pasta diversi pezzi di glassa fondente (acquistata!).  Il lavoro, però, è stato ampiamente ripagato dai visini dei bimbi e del mio piratino in particolare, che non hanno tardato a fiondarsi sulla nave per rubare pezzetti di “tesoro”… queste sì che sono soddisfazioni :-))

 

Marti xx

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

7 Responses to La Torta dei Pirati

  1. [...] dovuto abbandonare i progetti super impegnativi con la pasta da zucchero (come questi qui ad esempio) ho optato per una torta semplice al cioccolato rivestita di biscotti Togo e [...]

  2. stefania says:

    me la ricordo ancora!!!! anche Luca me l’ha chiesta!!!non conosce ancora i miei limiti.
    ed era anche buonissimaaaa!!!!
    brava brava brava

    • Martina says:

      è costata fatica e tempo, ma le facce dei bambini e di Diego soprattutto hanno reso il tutto well-worthed :-)

  3. quello de sopra says:

    Magari provalla un giorno….

  4. Romina says:

    Ma come ti vengono in mente certe idee … è semplicemente fantastica!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.